Bassa mortalità ictus in ospedali Usl 1

CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 1 FEB - Risulta più bassa della media regionale (a sua volta al di sotto di quella nazionale) la mortalità per ictus cerebrale nei Centri dedicati presenti negli ospedali di Città di Castello e Gubbio-Gualdo Tadino della Usl 1. Un quadro che emerge dai dati del Piano nazionale esiti relativi alla mortalità per ictus cerebrale negli ospedali. Ridotta - secondo lo studio - dove esistono strutture dedicate all'assistenza dei pazienti. In Umbria - riferisce l'Usl - la mortalità è del 6-7% contro la media nazionale del 10,9. Dato che per i Centri degli ospedali di Città di Castello e Gubbio-Gualdo Tadino scende al 5%. Entrambi afferiscono alla Struttura complessa di neurologia diretta dal dottor Stefano Ricci e praticano la terapia fibrinolitica. Per migliorare i percorsi diagnostici e organizzativi, i Centri ictus dell'Usl 1 partecipano al progetto Europeo Angels. I due centri sono dotati di 12 letti complessivi e di personale dedicato al trattamento dei pazienti con ictus. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bagno di Romagna

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...

    */